BORGO DIVINO in tour 2022: la tappa di Neive

A Neive, nelle Langhe, è arrivata l’edizione 2022 di Borgo diVino in tour. Un intero weekend dedicato ai migliori vini locali e nazionali.

Il fine settimana del 20, 21 e 22 maggio 2022 ha segnato la seconda tappa di Borgo diVino in Tour 2022, la kermesse del buon bere in dieci tappe tra le località più suggestive del panorama nazionale.

Dopo il grande successo della prima tappa a San Giorgio di Valpolicella,  il borgo di Neive, nel cuore delle Langhe, ha ospitato la seconda tappa di Borgo diVino in Tour, rassegna enologica organizzata da Valica, la prima tourist marketing company in Italia, in collaborazione con il Consorzio Ecce Italia e promossa dall’Associazione “l Borghi più belli d’Italia”.

Venerdì 20, sabato 21 e domenica 22 maggio il Comune di Neive, certificato tra “I Borghi più belli d’Italia”, è stato teatro del secondo appuntamento del tour itinerante in giro tra i borghi italiani più rappresentativi della produzione vitivinicola nazionale.

Altri appuntamenti seguiranno da qui fino ad ottobre in altri meravigliosi borghi dello stivale toccando numerose regioni del patrimonio vitivinicolo nazionale.

Aspettando la Global Conference on Wine Tourism che, nel mese di settembre, vedrà Alba divenire capitale mondiale del turismo enologico, wine lovers ed enoappassionati hanno vissuto un’anteprima dell’offerta enologica locale, e non solo, immersi nello spettacolo dei Paesaggi vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato, decretati patrimonio mondiale dell’umanità dall’UNESCO nel 2014.

Borgo diVino in Tour è un evento “diffuso” in cui il pubblico ha la possibilità di conoscere vini di qualità e degustarli all’interno di contesti di particolare suggestione, valorizzati e fruibili nel complesso della loro offerta turistica. Dieci tappe, in altrettanti Borghi e Regioni d’Italia, dove turismo ed enogastronomia si sposano regalando esperienze memorabili di viaggio e di gusto.

Obiettivo di Borgo diVino in Tour è quello di consolidarsi come strumento capace di contribuire a incentivare l’indotto economico dei territori ospitanti, promuovendo tanto l’offerta turistica locale quanto il patrimonio produttivo dei Borghi più belli d’Italia, dove le produzioni vitivinicole occupano un posto di primo piano.

Punto di forza di ogni evento è il coinvolgimento dei principali attori del territorio (associazioni, consorzi di tutela, esercizi ristorativi, strutture ricettive, ecc.), essenziali per rispondere al meglio alla domanda di turisti e visitatori interessati a vivere il luogo come esperienza.

“Il Comune di Neive è orgogliosamente parte dell’Associazione ‘I Borghi più belli d’Italia’ dal 2003 e questo traguardo ha segnato una crescita turistica importante, accompagnata dalla bandiera arancione del Touring Club – afferma il Sindaco Annalisa Ghella . Da 7 anni il nostro territorio è stato insignito anche del riconoscimento UNESCO per i paesaggi vitivinicoli”.  

Insieme a Barbaresco, Treiso e San Rocco, Neive è uno dei quattro Comuni titolati a produrre Barbaresco DOCG, e si è tinto dei colori, dei profumi e delle sfumature del vino e della primavera nelle giornate di venerdì 20, sabato 21 e domenica 22 maggio 2022 per una tre-giorni dedicata al buon bere. L’appuntamento serale di venerdì 20, dalle 18 alle 23, è stato seguito da due giornate complete nel weekend: sabato 21 dalle 12 alle 23 e domenica 22 dalle 12 alle 22, per vivere al meglio tutte le proposte di Borgo diVino.

Oltre 100 etichette provenienti da più di 30 cantine presenti sul territorio della Langhe e del Piemonte e altre provenienti dal territorio nazionale come Abruzzo, Campania, Marche, Lazio e Sicilia. È stato possibile degustare i grandi rossi a base nebbiolo, come Barbaresco, Barolo e Roero, apprezzare le etichette espressione di altri vitigni come barbera, dolcetto e moscato.

All’interno di Neive è stato tracciato un percorso di degustazione che ha toccato i luoghi di maggiore interesse turistico con stand dedicati alle cantine e un originale percorso formativo sul mondo del vino, raccontato in circa 20 pannelli espositivi. Durante l’evento Borgo diVino, i visitatori hanno potuto assaggiare le specialità del Borgo dalle botteghe e dai ristoranti presenti sul territorio.

“Borgo diVino – dichiara Fiorello Primi, Presidente de “I Borghi più belli d’Italia”è una delle manifestazioni nazionali più importanti che l’Associazione, grazie all’apporto organizzativo di Valica, promuove per rilanciare il turismo enogastronomico, settore importante per la ripresa post covid. Le produzioni agricole, quella del vino soprattutto, rappresentano un elemento fondamentale per la tutela del paesaggio e dell’ambiente e per garantire un futuro alle comunità che vivono nei Borghi. La valorizzazione e la promozione delle produzioni agricole è parte integrante della missione dell’Associazione, che si prefigge lo scopo di mantenere e valorizzare il grande patrimonio di tradizioni, cultura e arte di cui le comunità borghigiane e dei territori circostanti sono gelose custodi”.

 L’Associazione “I Borghi più belli d’Italia” è nata nel 2001 in seno alla Consulta del Turismo dell’A.N.C.I. dall’esigenza di valorizzare il grande patrimonio di storia, arte, cultura, ambiente e tradizioni presente nei piccoli centri italiani che sono, per la grande parte, emarginati dai flussi del turismo di massa. Ne fanno parte a oggi 334 Comuni, espressione dell’Italia più vera e autentica in quanto custodi di atmosfere, profumi e sapori capaci di elevare “la tipicità” a un modello di vita da “gustare” con tutti i sensi.

 

Very Wine Confidential. Very Food Confidential.

 

Sara Grosso
Ho studiato Ingegneria Gestionale e lavoro in ambito bancario, ma la mia grande passione per il vino mi ha portato a diplomarmi nel 2013 come Sommelier e ad approfondire sempre più questo bellissimo mondo diventando Wine Informer. Curiosa per natura, adoro leggere e sono autrice di un podcast intitolato “Storie di Coraggio”, dove parlo di libri che mi hanno lasciato il segno. Quando leggo, mi fa sempre compagnia un buon calice di vino, così ho pensato di proporre nei miei canali social, un pairing diverso dal solito, abbinando ad ogni libro il perfetto vino.

Articoli Correlati