CHAMPAGNE TAITTINGER. Da una generazione all’altra

Dopo avere ripreso il controllo del marchio Champagne Taittinger nel 2006, Pierre-Emmanuel Taittinger ha deciso ora di affidare l’avvenire dell’impresa familiare alla generazione seguente.

Vitalie Taittinger diventerà Presidente di Champagne Taittinger subentrando al padre, il cui mandato terminerà il 31 dicembre 2019.  Quarant’anni di età, da 12 anni impiegata nella Maison, è attualmente Direttrice del Marketing e della Comunicazione. Ricoprirà il suo nuovo ruolo coadiuvata da Damien le Sueur (Direttore generale) e dal fratello Clovis Taittinger (che sarà promosso Direttore generale), dal Comitato direttivo attuale e da tutti i collaboratori della Maison.

Nella continuità del suo impegno al fianco di Pierre-Emmanuel Taittinger, Damien le Sueur, accanto a Vitalie e Clovis, assicurerà la funzione di “torre di controllo”, vegliando agli equilibri tra il vigneto, gli approvvigionamenti, la produzione, il commercio e le finanze. Clovis Taittinger si occuperà del polo commerciale e marketing.  Con questa nuova governance, Pierre-Emmanuel Taittinger rinnova la garanzia di un impegno familiare al servizio dell’eccellenza qualitativa. Il rispetto assoluto concesso al tempo, alla terra e agli uomini resterà nel cuore dell’elaborazione dei vini.

 « Ho dedicato più di 45 anni della mia vita allo Champagne e alla Maison che porta il nostro nome e rappresenta la nostra storia – racconta Pierre-Emmanuel Taittinger – Questi ultimi tredici anni sono stati indiscutibilmente i più frizzanti e i più esaltanti del mio percorso in Taittinger. Ho servito con tutti i mezzi la qualità dei nostri vini la cui consistenza è per me una vera gioia. I risultati superano ogni aspettativa e Taittinger non è mai stato così “Champagne”, fedele a tutti i valori che amo difendere. Passo il testimone con la sensazione di avere compiuto il mio dovere: un team appassionato di cui mi fido totalmente, vini meravigliosi, un numero importante e crescente di appassionati del nostro marchio in oltre 140 paesi di tutto il mondo. Taittinger racchiude un vero potenziale di sviluppo e più che mai rappresenta l’autenticità e l’eccellenza della nostra cultura e del nostro patrimonio. »

Champagne Taittinger è oggi un’impresa indipendente, dotata di una bella anima e forte di un vigneto di 288 ettari che ha ottenuto la certificazione “Viticulture Durable” (Viticoltura sostenibile) in Champagne e “Haute Valeur Environnementale” (Alto valore ambientale). Uno strumento di produzione recentemente trasformato ci permette di guardare al futuro con serenità. Le sue cave di gesso di epoca gallo-romana fanno parte dell’iscrizione dei “Coteaux, Maisons et Caves de Champagne” nel patrimonio mondiale dell’umanità dell’UNESCO. Nel 2018 ha spedito 6,5 milioni di bottiglie in 149 paesi.

 « Mio padre, con la sua passione e il suo impegno senza limiti, ha ricostruito in tredici anni un’azienda forte al servizio di un bellissimo progetto patrimoniale e umano – dice Vitalie Taittinger – Gli dobbiamo la nostra indipendenza così strutturante per l’identità dell’azienda. Grazie a lui e al lavoro di tutti, la Maison Taittinger si è considerevolmente sviluppata con un’esigenza sempre più puntigliosa in merito alla qualità dei nostri vini, alla preservazione del nostro ambiente, al rispetto dei nostri collaboratori e dei nostri clienti… sempre con una punta di impertinenza e di audacia, quelle stesse peculiarità che ci hanno portati a piantare viti nel Kent! Proseguiremo su questa strada, sostenuti da Damien le Sueur, da mio fratello Clovis e da tutti i nostri team. Sono onorata della fiducia riposta in me e desidero vedere la nostra Maison risplendere nella sua vita di tutti i giorni, per i nostri dipendenti, clienti e partner. »

Figlia di Pierre-Emmanuel Taittinger, Vitalie Taittinger è nata nel 1979 a Reims, dove vive attualmente. Si è diplomata alla Scuola di disegno Emile Cohl a Lione, dove ha seguito per 4 anni, dal 1997 al 2001, un corso dedicato alle varie pratiche artistiche applicate alle professioni dell’illustrazione e della grafica. Appena diplomata, ha realizzato con Gilles Bernard una monografia dedicata al pittore surrealista Alfred Courmes pubblicata dalla casa editrice Le Cherche Midi nel 2004. La prefazione al libro è stata scritta dal filosofo Michel Onfray.

Fedele allo spirito imprenditoriale che anima la sua famiglia da sempre, Vitalie Taittinger ha creato la propria struttura nel 2002 e ha sviluppato numerosi progetti nell’universo del vino e della gastronomia. Ammirando la coraggiosa riconquista della Maison de Champagne Taittinger da parte di suo padre, nel 2007 Vitalie si è unita a lui in questa nuova avventura familiare. Dopo 8 anni di lavoro nel reparto Marketing e Comunicazione della Maison Taittinger, nel 2015 è stata nominata Direttrice Marketing e Comunicazione, con la missione di sviluppare e rafforzare l’immagine e la notorietà del marchio. Vitalie è anche l’ambasciatrice di Champagne Taittinger nel mondo nonché la musa della Maison.

Oltre al suo impegno in Taittinger, Vitalie nel 2017 ha assunto la presidenza del Fondo regionale d’arte contemporanea (FRAC) Champagne Ardenne e nel 2018 la presidenza dell’associazione Platform, rete delle 23 FRAC di Francia.

Very Wine Confidential. Very Food Confidential.

Articoli Correlati